Gli obiettivi

La conoscenza e la comprensione dei fenomeni, che hanno determinato l’evoluzione del territorio montano/alpino e la sua attuale condizione di fragilità, sono alla base di qualunque progetto di “ri-stabilizzazione” volto alla valorizzazione dell’esistente e/o alla pianificazione di nuovi interventi. L’ambiente montano/alpino è infatti l’esito di una molteplicità di fattori che sono intervenuti nel tempo e che sono riferibili non soltanto alla storia dell’architettura ma anche alla storia ecologica, economica e sociale. Lo studio di questo ambiente necessita perciò di un approccio interscalare e multidisciplinare.

FAMA si propone di sviluppare strumenti e laboratori (reti di studio e competenze) per la comprensione e il monitoraggio delle fragilità territoriali, ai fini della conservazione/tutela/riqualificazione del territorio inteso sia come patrimonio ambientale sia come patrimonio storico-artistico e strutturale nello specifico ambiente montano/alpino. Essi devono avere carattere applicativo, concentrandosi sull’individuazione di tutti gli aspetti legati alla fragilità (architettonici, paesaggistici, sociali, energetici, ambientali, ecologici, chimici, geofisici, storici, culturali, sociali ed economici).