Il progetto

I territori montani sono stati investiti da processi devastanti di abbandono o di violazione che, alterandone profondamente l’equilibrio, li hanno resi FRAGILI. Gli eventi degli ultimi anni evidenziano la necessità di elaborare nuove visioni di attenzione, conservazione e sviluppo, non nostalgicamente rivolte al passato, ma proiettate verso il futuro e basate sulla conoscenza del pregresso.
Il gruppo FAMA si è quindi posto l’obiettivo di definire, sviluppare e coordinare progetti meditati e costruzioni sociali, nei quali i tre obiettivi di sostenibilità economica, sostenibilità ambientale ed equità sociale si coniughino trovando nuovi punti di equilibrio.
In tale ambito l’analisi delle fragilità territoriali e dei connessi rischi culturali non può prescindere dalla specificità del territorio per individuare le modalità che consentano, da un lato, di mitigare e gestire i rischi di perdite culturali e non solo, e, dall’altro, di generare welfare e ricchezza locale, favorendo la ripresa economica di un territorio duramente provato dalla crisi.

Per questo il gruppo FAMA ha intrapreso una serie di progetti sul territorio per studiare in modo multidisciplinare la sua fragilità, proponendo azioni per la salvaguardia, conservazione e valorizzazione e promuovendo la conoscenza degli ambienti montani.