Lezioni capovolte

Definiamo “lezione capovolta” il materiale che il docente condivide con gli alunni in sostituzione della tradizionale lezione frontale: un video, una presentazione, una mappa, delle infografiche, dei testi, dei grafici. Questo approccio metodologico ribalta il tradizionale ciclo di apprendimento fatto di lezione frontale, studio individuale a casa e verifiche in classe.

L'insegnamento capovolto fa leva sul fatto che le competenze cognitive di base dello studente (ascoltare, memorizzare) possono essere attivate prevalentemente in autonomia. Dato che la fruizione delle nozioni si sposta a casa, il tempo trascorso in classe può essere impiegato per altre attività che accrescano e valorizzino il tempo in cui insegnanti e studenti sono a contatto.

Secondo i promotori delle lezioni capovolte, esse favoriscono 1) un ambiente coinvolgente nel quale gli studenti si prendono la responsabilità del proprio apprendimento e 2) un’aula in cui l'insegnante non è il sapiente in cattedra, bensì la guida a fianco del discente (assumendo quindi il ruolo del coach / facilitatore) (Kim et al., 2014).

Kim, M. K., Kim, S. M., Khera, O., & Getman, J. (2014). The experience of three flipped classrooms in an urban university: an exploration of design principles. The Internet and Higher Education, 22, 37-50.