Chi siamo

Lo studio della sicurezza all’Università di Trento

Formazione e ricerca sulla sicurezza, intesa sia come security sia come safety, sono da sempre priorità dell’Università di Trento. In Ateneo lavorano infatti alcuni tra i laboratori e i gruppi di ricerca del settore più riconosciuti a livello nazionale e internazionale, tra cui eCrime, CryptoLabTN - Laboratorio di Matematica Industriale e Crittografia, Multimedia Signal Processing and Understanding, Security Research Group.

 

Il nuovo Istituto di Scienze della Sicurezza (ISSTN)

Mettere la didattica e la ricerca scientifica sulla sicurezza a servizio del Paese: è l’obiettivo dell’Istituto di Scienze della Sicurezza, un unicum nel panorama nazionale e internazionale, avviato dall’Ateneo trentino.

L’Istituto di Scienze della Sicurezza, parte del piano strategico dell'Università 2017-2021, è un grande laboratorio che riunisce più di 70 docenti e ricercatori di 11 Dipartimenti e Centri dell’Ateneo. Un progetto che si sviluppa sulla base di un approccio fortemente interdisciplinare alla sicurezza e alle sue sfide globali crescenti. L’Istituto si occupa di temi di frontiera in materia di sicurezza e in particolare di:
●  formazione di alto livello, sia per neolaureati, sia per professionisti e operatori del settore.
●  progetti di ricerca applicata complessi e interdisciplinari.

L’Istituto intende favorire un confronto costante tra ricercatori e istituzioni pubbliche, grandi aziende e altri attori della sicurezza. Punto chiave attorno a cui ruota l’attività dell’Istituto è proprio patto nuovo e virtuoso, un modello di collaborazione proficuo, tra mondo della ricerca e della formazione e mondo delle istituzioni e delle aziende per rispondere alle sfide della sicurezza che il nostro Paese deve affrontare.

La ricerca applicata interdisciplinare e la didattica di qualità in questi settori possono fare la differenza in termini di risultati nella lotta alla delinquenza e di innalzamento dei livelli di legalità e sicurezza nel nostro Paese, ma solo se partono dai bisogni reali del Paese e se il dialogo con gli attori della sicurezza, pubblici e privati, è saldo. In questa direzione, l’Università di Trento è certa di poter dare un contributo importante all’agenda nazionale e internazionale sulla sicurezza.

 

I Dipartimenti e i Centri coinvolti nell’Istituto

●  Dipartimento di Economia e Management (DEM);
●  Dipartimento “Facoltà di Giurisprudenza” (DFG);
●  Dipartimento di Ingegneria Civile, Ambientale e Meccanica (DICAM);
●  Dipartimento di Ingegneria e Scienza dell’Informazione (DISI);
●  Dipartimento di Matematica (DM);
●  Dipartimento di Psicologia e Scienze Cognitive (DPSC);
●  Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale (DSRS);
●  Dipartimento di Biologia Cellulare, Computazionale e Integrata (CIBIO);
●  Dipartimento di Fisica (DF);
●  Scuola di Studi Internazionali (SIS);
●  Centro Agricoltura Alimenti Ambiente (C3A).

 

Il Comitato di indirizzo

L'Istituto ha un Comitato di indirizzo composto da alti rappresentanti del mondo della sicurezza pubblica e privata e delle organizzazioni internazionali. Attraverso protocolli di intesa l’Istituto stringe rapporti stabili con istituzioni pubbliche e grandi aziende/società italiane e straniere.

Istituto di Scienze della Sicurezza dell’Università degli Studi di Trento
isstn@unitn.it